Chiesto il nulla osta a dieci comuni per abbattimento alberi in seguito a censimento

Comunicato Stampa

Venerdì 15 Marzo 2019 00:00

Chiesto il nulla osta a dieci comuni per abbattimento alberi in seguito a censimento

Sportello forestale della Comunità Montana Castelli Romani e Monti Prenestini, chiesto il nulla osta a dieci comuni per abbattimento alberi in seguito a censimento

In seguito al censimento e al monitoraggio degli alberi presenti in diverse aree verdi di dieci comuni ricadenti nella Comunità Montana, lo Sportello forestale dell’Ente sovracomunale ha stilato una lista degli esemplari arborei che, per ogni comune, necessitano un intervento di abbattimento in quanto pericolosi sotto il profilo statico e ad elevato rischio di cedimento.

“Sono stati in tutto 332 gli alberi monitorati che saranno sottoposti ad abbattimento o a indagini strumentali– spiega Damiano Pucci, Presidente della Comunità Montana Castelli Romani e Monti prenestini. – Le indagini sono state portate avanti da forestali e da agronomi; l’iniziativa rientra tra gli interventi di cura e trattamento del verde del territorio”.

I Comuni interessati dal censimento e monitoraggio arboreo sono dieci per un totale di 200 alberi per comune, di cui: Colonna (per un totale di 73 alberi interessati tra abbattimenti e indagini strumentali), Frascati (11 alberi interessati), Genazzano (20 alberi interessati), Grottaferrata (18 alberi interessati), Monte Compatri (26 alberi interessati), Monte Porzio Catone (4 alberi interessati), Rocca di Papa (53 alberi interessati), Rocca Priora (59 alberi interessati), San Cesareo (36 alberi interessati), Zagarolo (32 alberi interessati).

“Sono state prese in considerazione alberi di parchi, giardini, aiuole, aree scolastiche, cimiteri e bordi strada attraverso una valutazione delle condizioni vegetative, fitosanitarie, fitostatiche e della pericolosità degli stessi – aggiunge Francesca Cenci, Assessore allo Sviluppo ambientale della Comunità Montana. – Visto che le alberature ricadono su proprietà comunali, la Comunità Montana richiede il nulla osta per intervenire sull’abbattimento o sulla potatura”.

Valuta la pagina - stampa